Via il pannolino: quando

Dopo il “deciucciamento”, altra cosa della quale mi sto interessando è lo spannolinamento. Ormai la gneppa ha superato i 18 mesi e quindi è il caso di preparami psicologicamente anche a questa grande fatica😉.

Mi sto chiedendo se Maria Vittoria sia pronta ad abbandonare il pannolino, se lo sia fisicamente, se cioè sia in grado di trattenere i suoi bisogni… lei da un mesetto mi dice “cacca” e “pipì”, inoltre è già abituata al vasino, da quando aveva 6 mesi la cacca la fa lì… è successo per necessità: è passata al latte artificiale e alle pappe simultaneamente e quindi ha avuto problemi di stitichezza, riusciva a liberare l’intestino solo nella posizione accovacciata e quindi ecco la soluzione del vasino.

Ora però sul vasino dovrebbe andarci volontariamente e non perchè ce la metto io😉.

Come al solito ho girovagato per la rete ed ecco cosa ho travato in merito.

Innanzitutto dobbiamo sapere che per il bambino togliere il pannolino è un momento delicato  in quanto rappresenta un passaggio al mondo dei grandi… non si tratta semplicemente di un cambio di abitudini. L’aspetto emotivo quindi è importante in quanto per il bambino questo momento è caratterizzato dall’alternarsi di gioie e paure.

Quando è il momento giusto?

  • dopo i 18 mesi più o meno: quando si è sviluppata una parte del cervello che permette un controllo volontario delle contrazioni della vescica. Le femmine sono più precoci dei maschi che di solito raggiungono l’autonomia 6-8 mesi dopo, poiché hanno uno sviluppo neurologico più lento. Entro i 3 anni comunque il 70% dei bambini è in grado di fare i suoi bisogni sul vasino/wc
  • quando il pannolino resta asciutto dopo il pisolino pomeridiano
e quando il bambino:
  • cammina con disinvoltura
  • esegue dei semplici comandi
  • riconosce e sa indicare le varie parti del suo corpo
  • è capace di tirarsi su e giù i pantaloni/gonna
  • dimostra curiosità nei confronti dei familiari che vanno in bagno
  • è consapevole di quando sta facendo la pipì o la cacca
  • è in grado di stare seduto, fermo e concentrato in qualche attività per almeno 10 minuti
  • esprime il desiderio di fare i suoi bisogni sul vasino/wc

Molti suggeriscono di approfittare dell’estate per procedere allo spannolinamento, io sinceramente sono d’accordo in parte… certo è pratico perchè d’estate il bambino è poco vestito e quindi è possibile cambiarlo al volo, inoltre i  vestiti si asciugano in un attimo e il bambino non si ammala se gli capita di bagnarsi fuori casa, ma secondo me se il bambino si sente pronto in inverno è comunque bene approfittare, inoltre essendo più vestito avvertirà il disagio di sentirsi bagnato e quindi sarà più motivato nel chiedere di fare i bisogni sul vasino/wc.

Mia madre ha cominciato a togliermi il pannolino a 18 mesi, in pieno inverno… no, non è stata sadica, semplicemente è emerso in lei lo spirito di sopravvivenza visto che nel giro di un mese sarebbe nato mio fratello: “Due bambini col pannolino? Non ce la potevo fare!!!”. All’epoca si usavano ancora i pannolini di stoffa…

Io comunque ieri ho fatto una prova con Maria Vittoria che dopo il pisolino non ha voluto mettersi il pannolino. Cercando di tenerla il più lontano possibile da tappeti e divano ogni tanto le chiedevo se avesse bisogno di fare pipì, dopo un paio di no è arrivato il sì, ma come siamo arrivate in bagno ha cambiato idea… non ho insistito e le ho detto che allora l’avrei fatta io… il tempo di sedermi e lei mi grida “pipìììììììììì” ed ecco che la vedo pistare coi piedi e toccarsi in mezzo alle gambe con le mani: si è divertita nel sentire la pipì che le scendeva tra le gambe… credo proprio che mi aspetterà un lungo lavoro!!!

Comunque rispetto alla lista di cui sopra Maria Vittoria sembra essere sulla buona strada, le mancano solo tre punti: pannolino asciutto dopo il riposino (non capita spesso), capacità di tirarsi su e giù i pantaloni (per ora si è specializzata nel togliersi scarpe e calzini;-) ) e restare ferma e concentrata per 10 minuti in una attività (penso non ce la farà mai…). E i vostri bambini?

A breve concluderò l’argomento spannolinamento con il post su come procedere. Tranquille è questione di pochi giorni😉.

Leggi anche:

  1. Via il ciuccio: quando e come
  2. Via il pannolino: come
  3. Svezzamento: quando e come iniziare

Immagine: office.microsoft.com

4 thoughts on “Via il pannolino: quando

  1. Sarà una bella avventura vedrai! Io con Diego non ho avuto grossi problemi, è stato molto bravo a capire quando doveva fare cacca e pipì! Ma ti ricordi quella sera al concerto all’Università di Ancona.. quante volte è voluto andare in bagno?? mamma mia…😉

    Mi piace

  2. mi sà ke x mia figlia manca ancora molto x lo spannolimento..calcolando ke ha cominciato a camminare da sola a 17 mesi…credo ke x la cacca e pipì siano lo stesso dei tempi lunghi…non dice ancora cacca e pipì…non tira giù pantaloni,non conosce e non sà indicare le parti del corpo,non è consapevole ke sta facendo la pipì o cacca…insomma…c’è ancora un pò di strada da fare…ma pian piano vediamo di farcela🙂

    Mi piace

    • Ma sì Daniela, tranquilla… ogni bambino ha i suoi tempi. Magari in pochi giorni ti farà dei cambiamenti inaspettati, come Maria Vittoria che nel giro di una settimana ha cominciato a dire e a fare cose che prima non faceva con nostra grande sorpresa. Un bacione🙂

      Mi piace

Lascia un Commento o clicca su Replica se vuoi rispondere a un commento precedente

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...