L’acqua di San Giovanni

E’ la notte tra il 23 e il 24 giugno ed io ho preparato la mia prima acqua di San Giovanni.

A casa dei miei se ne è sempre occupata, e continua ancora ad occuparsene mia madre… Io dopo essermi trasferita (15 anni fa) ho trascurato questa usanza, un po’ per pigrizia e un po’ perché avevo incontrato diverse difficoltà che non sto qui ad elencarvi.

Da quest’anno ho voluto riprendere la tradizione per il piacere di trasmetterla a mia figlia… mi ricordo che da bambina ero emozionata al pensiero di lavarmi con quest’acqua profumata. E devo ammettere che è veramente un piacere 🙂

Si procede raccogliendo, il giorno prima di San Giovanni, delle erbe e dei fiori che poi vanno lasciati macerare in acqua fuori casa durante la notte. La luce della Luna e la rugiada mattutina estraggono dai fiori i principali benefici di cui l’acqua si carica.  Si dice infatti che l’acqua di San Giovanni ha il potere particolare di allontanare ogni malattia (“La guazza -rugiada- di Santo Gioanno fa guarì da ogni malanno”). In questa notte tutte le proprietà e caratteristiche delle erbe e dei fiori sono esaltate alla massima potenza. La mattina seguente l’acqua deve essere utilizzata per lavarsi.

A  Macerata (da dove vengo) sia i fiorai sia i fruttivendoli hanno il mazzetto pronto da venderti per questa ricorrenza, mentre qui a San Benedetto del Tronto non vi è questa usanza e così ho dovuto girare tra diversi fiorai e giardini per rimediare quante più erbe e fiori possibili… comunque ce l’ho fatta e sono contenta 😀

I fiori e le erbe da raccogliere (o da farsi mettere da parte dal fioraio) sono: l’iperico (detto erba di S. Giovanni che non deve assolutamente mancare), la ginestra, le spighe di lavanda, l’artemisia (assenzio volgare), la verbena, il ribes rosso, rametto di noce, le rose, il garofano, l’alloro, il rosmarino, il timo, il basilico, la maggiorana, la salvia, l’origano e quante più piante aromatiche possibile… io ho aggiunto anche dei rametti di gelsomino. Insomma bisogna anche un po’ affidarsi ai propri sensi scegliendo le erbe e i fiori che più ci ispirano 😉

Non sono riuscita a trovarle tutte tutte ma una buona parte sì… l’anno prossimo mi organizzo in anticipo 😉

San Giovanni fu il primo santo a riconoscere Gesù come Maestro, egli già da tempo Lo attendeva e parlava della Sua prossima venuta. Intanto si dedicava agli altri battezzando coloro che lo desiderassero per la purificazione e la rinascita dello spirito. Il suo servizio fu riconosciuto da Gesù che si recò da lui per ricevere il battesimo.
Da questo deriva il legame di San Giovanni con l’acqua (battesimo) e con la luce (capacità di visione). Quindi San Giovanni ha legami con l’acqua in qualità di veicolo del battesimo e con la luce intesa come capacità di visione.

Il rituale si divide in varie fasi, ognuna di esse ci ha ispirato alcuni stati d’animo:

1) Raccolta delle piante CONOSCENZA e RISPETTO
2) Esposizione dell’acqua alla notte ABBANDONO e FIDUCIA
3) Bagno con l’acqua di San Giovanni PUREZZA e RINASCITA

Fonte: http://www.amma-italia.it/ricette/601-acqua-di-san-giovanni.html

Leggi anche:

  1. Il sole d’estate – Istruzioni d’uso
  2. La mappa bimbo friendly delle Marche
  3. Scambio – Vendo
  4. Schede grauite
Annunci

10 thoughts on “L’acqua di San Giovanni

  1. ciao, sono valentina, anche a casa mia (sono di montemonaco) mia nonna prepara sempre l’acqua di san giovanni! sono a sbt da 3 anni e ci penso ogni volta ma poi non lo faccio. l’anno prossimo voglio seguire il tuo esempio….mi hai fatto ricordare quel meraviglioso profumo 🙂

    Mi piace

    • Ciao Valentina! Benvenuta 😀
      Come hai potuto leggere anche io ho sempre rimandato… è stato emozionante quest’anno proporre questa bellissima usanza alla mia piccola e al mio compagno che ne sono rimasti entusiasti. Ed io sono ritornata indietro nel tempo 😉 A presto!

      Mi piace

Lascia un Commento o clicca su Replica se vuoi rispondere a un commento precedente

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...