Parto a domicilio – Provincia di Ascoli Piceno

Il parto in casaTempo fa vi ho parlato della possibilità di partorire in casa e grazie alle informazioni che una mamma lettrice del blog MammeSBT – Le mamme del Piceno mi ha inviato via mail, con questo post posso approfondire l’argomento e darvi anche dati che riguardano la situazione in provincia di Ascoli Piceno (la mamma in questione è intenzionata a partorire in casa e quindi ha raccolto le informazioni che vi riporterò di seguito).

Per quanto riguarda i rimborsi occorre rivolgersi alla Dott.ssa Tondesi 0736 358780.
Ad ora i rimborsi effettuati: spesa per l’ostetrica, max 1.200 euro (Area Vasta 5) per es. A Pesaro rimborsano più di 1500 euro.
Va presentata la domanda per il rimborso prima della 34° settimana.
Successivamente al parto occorre presentare una serie di documenti (vedi DELIBERA), in questo modo nel giro di un mese viene deliberato il rimborso versato obbligatoriamente su C/C (serve l’IBAN)
Ad oggi vengono rimborsati 1,2 parti a domicilio l’anno per l’Area Vasta 5.
Non c’è un servizio pubblico di ostetriche (come potrebbe anche essere in base alla legge) ma ci si rivolge ad ostetriche che lavorano privatamente.
Si riporta parte della delibera regionale:
LEGGE REGIONALE 27 luglio 1998, n. 22   (riferimenti normativi)
delibera regionale di Giunta 2440 del 4710/99
legge regionale 5 febbraio 2008 n 2 modifica l’importo del rimborso massimo da 1.500 a 1.200

Art. 4

(Parto a domicilio)
1. Le Aziende unità sanitarie locali possono istituire il servizio di assistenza al parto a domicilio attraverso personale ostetrico anche in regime di convenzione.
2. In caso di mancata istituzione del servizio di cui al comma 1 le Aziende rimborsano alle donne che hanno effettuato il parto a domicilio le spese sostenute per lo stesso, fino ad un massimo di euro 1.200,00. Le Aziende assicurano comunque l’adeguata assistenza per gli interventi di emergenza.
2 bis. L’importo di cui al comma 2 viene rivalutato annualmente sulla base dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati pubblicato nella Gazzetta ufficiale ai sensi dell’articolo 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392.
Note relative all’articolo:
Così modificato dall’art. 1, l.r. 5 febbraio 2008, n. 2.
Documenti Utili:

One thought on “Parto a domicilio – Provincia di Ascoli Piceno

  1. Pingback: Partorire in casa | MammeSBT - Le Mamme del Piceno

Lascia un Commento o clicca su Replica se vuoi rispondere a un commento precedente

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.