“Chi ha paura del gender?” – Paola Petrucci affronta l’argomento nel suo libro

Paola Petrucci Consigliera di Parità per la Regione Marche e per la provincia di Ascoli Piceno, affronta uno dei temi più discussi degli ultimi mesi nel suo libro “Chi ha paura del gender?” con l’intento di fare chiarezza riassumendo in poche pagine quanto si dovrebbe sapere sull’argomento.

Ho deciso di porle delle domande a riguardo che condivido con voi:

1) Come è nata l’idea del libro?

Il libro nasce dall’esigenza di fare chiarezza su di un argomento reso attuale e di cui mi occupo da oltre 15 anni. Ho cercato di rimanere neutrale, di non esprimere opinioni ma, piuttosto, favorire la conoscenza.

2) Esiste una teoria del Gender?

Per rispondere a questa domanda dovrei dare un mio parere personale che, comunque, non è nel libro. La mia opinione è che esiste una teoria radicata da oltre cento anni e che non è quello che vogliono farci credere…

3) Secondo lei perchè c’è tanta confusione a riguardo?

La confusione nasce dalla non conoscenza, dall’abitudine di riferirsi a fonti d’informazione non attendibili come Facebook, alcune testate monoreferenziali, da Wikipedia che non è una fonte controllata. Aggiungerei che l’ignoranza fa comodo ai potenti e ci rende schiavi.

4) Cosa temono di più i genitori? E come il suo libro può aiutarli?

Le paure dei genitori sono quelle che cercano d’inculcare alcuni… la paura nasce dalla non conoscenza. Il mio contributo s’inserisce proprio a questo punto: favorire la conoscenza per rendere liberi di scegliere.

5) Lei è Consigliera di Parità per la provincia di Ascoli e per la Regione Marche, cosa significa parità?

Il concetto di parità sottende al rispetto profondo dell’altro ed alla consapevolezza dell’unicità di ciascuno. Parità vuol dire mettere ciascuno nelle medesime condizioni per esprimersi e realizzarsi.

Nel suo libro Paola Petrucci ha cercato di dare spiegazioni, di essere neutra, ha citato le fonti quindi è partita dallo spiegare il discorso del gender, la teoria del Dr. Money e come è stata smentita, ha parlato di sesso tra animali e di sesso tra persone. Spiega il concetto di genere e di come è cambiato nel tempo citando casi e situazioni anche fuori la nostra cultura. Ha voluto fare una precisazione rispetto ai termini che si usano. Poi ha affrontato il discorso della cultura sessista, la cultura di genere, il linguaggio sessista.

Di seguito la quarta di copertina del libro a cura di Vincenzo Varagona, giornalista

Chi ha paura del gender? È la domanda che si pone Paola Petrucci, citandola come motivazione al lavoro che segue in queste pagine. Abituata ormai ad essere chiamata sull’argomento in tanti ambienti, ha deciso di riassumere in poche pagine quanto si dovrebbe e potrebbe sapere, sfuggendo in questo modo al rischio della manipolazione informativa. È un’esperienza, questa, che ritorna spesso: eppure non c’è modo più semplice, per evitare condizionamenti, di sapere, conoscere, approfondire. Paola presenta in modo semplice e sobrio la letteratura esistente da decenni sull’argomento, cerca di sfuggire al rischio che la sua ‘lettura’ possa essere viziata da assenza di neutralità, perché l’obiettivo è semplicemente quello di offrire strumenti, chiavi di lettura, in uno scenario in cui sembra prevalente la confusione, in un orizzonte in cui le diverse parti sono accusate di manipolazione culturale, da una parte, e terrorismo ideologico, dall’altra.

Chi ha paura del gender_Paola Petrucci

E’ possibile trovare il libro di Paola Petrucci (codice isbn 9788892300149) nelle seguenti librerie on line:

 

Annunci

2 thoughts on ““Chi ha paura del gender?” – Paola Petrucci affronta l’argomento nel suo libro

  1. Pingback: Chi ha paura del gender? – Incontro con Paola Petrucci | MammeSBT - Le Mamme del Piceno - Il portale per le mamme e i papà del Piceno

  2. Pingback: Tavola rotonda sul GENDER – San Benedetto del Tronto (AP) | MammeSBT - Le Mamme del Piceno - Il portale per le mamme e i papà del Piceno

Lascia un Commento o clicca su Replica se vuoi rispondere a un commento precedente

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...