Non si nasce tutto in una volta

L’altro giorno stavo leggendo un articolo che recitava più o meno così:

“Non esiste una sola nascita biologica, segnata dal parto ma anche una nascita psicologica. Nascita che non è rapida ma che evolve lungo un arco temporale più lungo che dura anni e che accompagna l’individuo finché non diviene se stesso con la propria identità…Non si nasce tutto in una volta. Nascita biologica e nascita psicologica non sono contemporanee ma si susseguono”.

Parole vere. Ecco perché credo fermamente che la gravidanza non sia un periodo della vita come un altro. Corpo ed emozioni, fisicità e sentimenti, mente e cuore. Tutto è legato e si influenza reciprocamente. Da qui l’importanza che i 9 mesi siano un periodo speciale di consapevolezza. Non solo contenimento di una nuova vita ma anche evoluzione nell’esistenza della mamma, che si prepara a cambiare e ad accogliere un essere umano che dal momento stesso in cui nasce, le porta via una parte di lei che già non è più sua. Mi spiego meglio.

Dal parto in poi, quell’esserino che necessita di tutte le nostre cure per crescere sembra in perfetta simbiosi con la madre, in realtà è già altro da noi, è un individuo che, seppur in bozza, possiede già una sua personalità e tutta l’energia per formarsi. Per questo, pretendere di avere aspettative su di lui avrà conseguenze negative sulla sua crescita e sulla relazione genitori-figli. Accompagnare il bebè con grazia e amore invece è la chiave per farlo crescere libero e sano nella mente e nel corpo, senza che il rapporto con i genitori diventi ostacolo allo sviluppo bensì porto sicuro da cui orientarsi.

Tutto questo è fattibile ma per la mamma è spesso doloroso e richiede tempo. Perché proteggere un bimbo per anni e poi vederlo volare via giorno dopo giorno può essere spiazzante, soprattutto se guardandosi intorno non si trova più se stesse. Per questo, durante la gravidanza, sarebbe bene affrontare con i cambiamenti fisici anche quelli emotivi. Riconoscersi per non perdersi, esplorare nuove parti della propria personalità, superare limiti che la maternità ci dà la forza di scavalcare. Tutto meraviglioso, soprattutto se metabolizzato e vissuto come opportunità per la crescita personale e di coppia. Tutte le donne hanno risorse che nemmeno sanno di possedere che le possono aiutare per sperimentare la nascita di un figlio come passaggio e non come definizione di se stesse.

Nella Magic Mum Bag come la chiamo io, ci sono strumenti utili ad affrontare tutte le sfide della maternità. Se sei curiosa richiedi gratuitamente il Diario di Magic Mum per metterti alla prova e capire meglio di cosa parlo. Capirai se sei pronta ad essere la mamma che desideri. E se ti va di parlarne direttamente con me richiedimi pure un colloquio gratuito per conoscerci e parlare del benessere tuo e del tuo bebé, perchè ogni bebè merita la sua Magic Mum!

Se ti fa piacere rispondi al questionario anonimo che ho creato. Ci vorranno pochi minuti per darmi delle risposte preziose per migliorare i miei servizi.

Un abbraccio

Anna Laura

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.magicmum.it

info@magicmum.it

logo fb

 

 

Leggi anche: 

  1. Ogni mamma ha il suo incantesimo per far felice il suo bebè
  2. Chi è Magic Mum
  3. Come gestire il tempo in gravidanza. 4 consigli utili
Annunci

Lascia un Commento o clicca su Replica se vuoi rispondere a un commento precedente

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...